Granai della Memoria Granai della Memoria - The Granaries of Memory

Universita di Scienze Gastronomiche Slow Food


Konfe Djewaba

Una doppia migrante

Non si può raccontare di Konfe senza nominare la parola “migrazione”.

I suoi genitori migrarono in Costa d’Avorio per lavorare caffè e cacao. Konfe nasce ad Abijan nel 1980; sette anni dopo si trasferisce con la nonna in Burkina Faso - paese in cui conoscerà il futuro marito – migrante in Italia.

Arriva a Peveragno (CN) nel 1998 grazie al ricongiungimento familiare a seguito del matrimonio col marito Burkinabè. Madre di due figli, oggi Konfe lavora come ‘oss’ e mediatrice culturale presso lo “spazio mediazione di Cuneo”. Konfe ha molto da dire e da trasmettere; vitalità e gioia caratterizzano il suo racconto che è capace di farci riflettere sui valori della vita, sui nostri comportamenti e sull’insegnamento della cultura.

E’ fiera della “saggezza africana” che le permette quotidianamente di lavorare con gli anziani, ponendosi in una posizione di rispetto assoluto. La ‘joie de vivre’ e l’ascolto le hanno permesso di imparare il dialetto piemontese, ricette tradizionali e storie di guerra.

Le cose che mancano a Konfe del suo paese ci permettono di fare un esame di coscienza sul nostro modo di vivere. Dell’Africa, oltre al caldo, Konfe porta nel cuore “il calore delle persone, i festeggiamenti, le risate, il canto, ma soprattutto il ‘sentirsi liberi’ nel quotidiano.

Dati intervista

Testimoni della memoria

Konfe Djewaba

Anno: 1980
Città: Abidjan Costa d'Avorio
Scuola: Qualifica professionale
Professione: Altro
Lingue parlate: italiano

Scheda di: Beatrice Guzzi, Silvia Pesce
Video di: Luca Percivalle, Michele Fontefrancesco
Creato il: 10-06-2017

Questo video fa parte del seguente archivio
Storie di vita

Storie di vita

La sezione raccoglie storie di vita: autobiografie e narrazioni che non attengono a progetti tematici specifici. Si tratta di un archivio in cui confluiscono universi di vita che virtualmente dialogano tra di loro perché ogni ciclo di umanità ritrova la sua valenza individuale nel confronto con l’altro. La narrazione diventa un’esperienza nuova per il soggetto intervistato che scopre e ri-scopre se stesso raccontandosi. Archivio realizzato con il contributo della Regione Piemonte.

Altri video